Most Viewed Media

NOÉ SOULIER - REMOVING - REF16

/media/flashcomm?action=mediaview&context=normal&id=108
  • 16
  • 0
Share

9 – 10 novembre
Teatro Vascello

Già al Romaeuropa Festival nel 2014 con Mouvement sur mouvement, il ventinovenne Noé Soulier prosegue con Removing la sua ricerca sulla relazione tra l’intenzione, il movimento e i significati generati dal gesto.

Prodigio della nuova danza francese, il coreografo fa propria la tradizione classica e contemporanea spostandone ludicamente i codici in spettacoli e performance realizzati sia per se stesso, sia per gruppi di danzatori e articolati tanto in spazi teatrali, quanto all’interno dei più importanti musei internazionali. Una maniera di pensare la composizione coreografica coltivata in un percorso di formazione presso la National Ballet School in Canada e la P.A.R.T.S di Anne Teresa De Keersmaeker in Belgio ma anche attraverso gli studi in filosofia presso l’Université Paris-Sorbonne.

Proprio tale raffinata combinazione di teoria e pratica, che ha imposto Soulier all’attenzione di pubblico e stampa internazionale, torna a caratterizzare Removing. Ma, se in Mouvement sur mouvement la coreografia, eseguita dallo stesso Soulier, era esplicitamente connessa a un percorso di natura teorica sulla danza (esposto durante la performance), qui lo studio del movimento e dei suoi significati è assorbito all’interno di una pièce capace di parlare direttamente allo spettatore.

Cinque sono i danzatori in scena (insieme a Soulier) pronti a eseguire frammenti d’azioni comuni (come colpire, prevenire, fermare, saltare ecc.), ma private della loro conclusione e della loro efficacia e innervate all’interno di una coreografia piena di tensioni. Quella di braccia e gambe pronte all’azione, dei corpi che s’incontrano e scontrano e che s’articolano perfetti nello spazio; infine, quella dell’istinto, capace di donare sempre nuovi significati all’azione corporea.

Show More

Channels